IMMAGINARE IL FUTURO SOSTENIBILE IN VALDARNO
Data: 31/01/2020

IMMAGINARE IL FUTURO SOSTENIBILE IN VALDARNO

Venerdì 31 Gennaio 2020 a Figline Valdarno (FI)

Venerdì 31 Gennaio, dalle ore 15.00, presso il Salone Egisto Sarri del Palazzo Pretorio di Figline (piazza San Francesco) (FI), si terrà il convegno “Immaginare il futuro sostenibile in Valdarno”, dedicato al tema della sostenibilità territoriale.

Obiettivo del convegno è quello di promuovere la collaborazione attiva tra i professionisti del territorio e le pubbliche amministrazioni locali, in modo da creare spazi urbani senza barriere e offrire soluzioni sostenibili in tema di mobilità.

L’iniziativa è organizzata dalla sezione fiorentina di AIDIA (Associazione Italiana Donne Ingegneri e Architetti), con il contributo degli Ordini dei Geometri di Firenze, degli Architetti di Firenze e degli Ingegneri di Arezzo e con il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Figline e Incisa Valdarno e di altri enti del territorio.

Ecco il programma:

- ore 15.00: registrazione dei partecipanti

- ore 15.15: introduzione dell’architetto Chiara Cerelli e saluti istituzionali

- ore 15.45: intervento “Il paesaggio dell’architettura letteraria e paesaggistica”, a cura della dottoressa Gabryela Dancygier e dell’architetto Alessandro Bolis

- ore 16.15: intervento “La mobilità nel territorio valdarnese”, a cura dell’ architetto e assessore regionale dottor Vincenzo Ceccarelli

- ore 17.15: intervento “Bioregione urbana ed integrazione urbano/rurale per la città resiliente e lo sviluppo locale”, cura del dell'architetto e professore dottor David Fanfani

- ore 17.45: intervento “Urbanesimo transitorio per città coscienti”, a cura dell’architetto Lucia Krasovec Lucas (ispettore onorario MiBACT)

- ore 18.15: intervento “Diritto alla mobilità”, a cura della dott.ssa Chiara Alterini.

- ore 18.35: intervento “Piano operativo: progetto multidisciplinare”, a cura dell'architetto Roberto Calussi


Il convegno terminerà alle 19.30 con un dibattito aperto a tutti i partecipanti.


Fonte: https://www.facebook.com/comunefiglineincisa/ -