Giornata Internazionale della Donna in Valdarno
Data: 17/03/2018

Giornata Internazionale della Donna in Valdarno

Numerosi gli eventi in programma nel mese di Marzo 2018

La giornata dell'8 Marzo fu riconosciuta ufficialmente dalle Nazioni Unite, come Festa della Donna, nel 1975, ed è da allora che in tale data vengono ricordate le conquiste sociali e politiche delle donne, la lotta contro le discriminazioni e le violenze, ma è anche un'occasione per continuare a riflettere sulle condizioni del lavoro femminile e sulle disuguaglianze tra uomo e donna.

È con questo obiettivo che le Amministrazioni Comunali di Montevarchi e San Giovanni Valdarno assieme al Comitato 8 Marzo del Valdarno, alla Provincia di Arezzo, la Consulta Pari Opportunità dei suddetti comuni valdarnesi, organizzano un calendario ricco di appuntamenti per la Giornata Internazionale della Donna.

La novità di quest'anno è costituita dal gruppo di lettura “8 marzo… e non solo”, a cura di Grazia Masi, dove sarà possibile ritrovarsi per condividere letture e pensieri sul tema , in particolare avremo, venerdì 9 marzo la lettura della novella “Storia di una capinera” di Giovanni Verga, mentre giovedì 15 marzo sarà il turno di “La lunga vita di Marianna Ucria”, di Dacia Maraini.

Rimarrà invece aperta al pubblico, presso il Punto vendita Coop.fi in Via Napoli 21 a San Giovanni Valdarno, la mostra fotografica “Un mondo di Donne” curata dall’Associazione Pronto Donna di Arezzo.

Per giovedì 8 Marzo sono in programma tre appuntamenti molto interessanti.

A San Giovanni andrà in scena lo spettacolo teatrale “Le donne del Risorgimento” di Henrj Bartolini, presso il Cinema Teatro Masaccio, a cura dell’Associazione Culturale Masaccio, a cui saranno presenti gli studenti delle Scuole Superiori del Valdarno.

A Montevarchi, presso la Ginestra Fabbrica delle Conoscenza, avremo la presentazione del volume “Donne in guerra scrivono – Generazioni a confronto tra persecuzioni razziali e Resistenza 1943-1944” a cura di Marta Baiardi, incontro che vedrà l'intervento di Valentina Supino, autrice, Marta Baiardi, e Caterina Del Vivo, Presidente ANAI Toscana.

A seguire è prevista la presentazione del Bando per il PREMIO TESI dedicato alla memoria di Caterina e Nadia Nencioni (le due bambine rimaste uccise durante la strage di Via dei Georgofili a Firenze) sul tema: ESSERE DONNA…in guerra, nel lavoro, nella famiglia, nel volontariato, nella scuola, nella malattia, nella religione, nella politica, nelle istituzioni, nell’arte, nel cinema, nella musica nelle mafie…”

La sera di giovedì 8 marzo si svolgerà poi la cena di solidarietà presso i Saloni della Basilica a San Giovanni Valdarno alle ore 20; al costo di 15 euro a persona ( 10 euro per i bambini) con incasso, al netto delle spese, devoluto alla Fraternità della Visitazione di Castelfranco-Pian di Sco' ed all’Associazione Casa dei Cristallini del quartiere Sanità di Napoli.

Ma le iniziative non sono finite qui, sabato infatti si svolgerà la tavola rotonda “Il lavoro mi ha cambiato la vita”, coordinato dalla giornalista Monica Campani, presso la Sala della Musica Fineschi in Piazza della Libertà 1 a San Giovanni Valdarno.

Lunedì 12 Febbraio sarà poi proiettato, per gli studenti dell'ISIS Valdarno, il documentario “Malala”, opera biografica di Malala Yousafzai, lunedì 12 febbraio alle ore 9:30 presso il Centro di Geotecnologie di San Giovanni Valdarno (Via Vetri Vecchi 34).

Le iniziative termineranno sabato 17 marzo, presso il Palazzo del Podestà a Montevarchi con l’incontro “Una donna, un bacio, una storia”, dove l’autrice Maria Letizia Putti parlerà del suo libro “La signora dei baci”; la storia di Luisa Spagnoli, donna imprenditrice del ‘900 italiano e del suo impegno nel sociale. All’incontro saranno presenti gli studenti delle Scuole Superiori del Valdarno.


Fonte: http://www.prolocosangiovannivaldarno.it - http://www.prolocosangiovannivaldarno.it